Gli alunni portatori di handicap oltre al docente di sostegno, sono seguiti da educatori comunali. Gli alunni DVA sono seguiti anche al momento di passaggio tra ordini di scuola con iniziative in rete con gli specialisti che li seguono. Gli alunni BES e DSA sono il 4%, seguiti da enti del territorio per quanto concerne l’individuazione di strategie adeguate di supporto allo studio. La scuola negli anni ha sempre accolto bambini adottati per i quali ha attivato strategie adeguate in sinergia con la famiglia. Il rapporto docenti/ alunni rispetta la normativa in vigore anche se sarebbe auspicabile la presenza di più personale per progetti individualizzati.

Esistono attività strutturate per l'inclusione che sono inserite nel curricolo e attuate nei tre ordini di scuola. Gli strumenti e le proposte sono personalizzati in base ai bisogni specifici e in riferimento al PAI.

Le attività proposte dall'istituto includono:

 

- attività laboratoriali in piccolo gruppo;

- progetti teatrali, musicali, artistico/manuali e attività sportiva;

- utilizzo di specifiche metodologie di didattica inclusiva;

- elaborazione di PdP / PEI in collaborazione con famiglie e conseguente monitoraggio regolare degli obiettivi e relativi adeguamenti in itinere;

- attività di recupero linguistico e didattico;

- progetti di valorizzazione culturale e adesione alle risorse presenti sul territorio;

 

La attività di IRC e alternativa in ogni ordine di scuola, le proposte di cineforum nella Sc. Sec. su temi interculturali e/o sulla valorizzazione delle diversità contribuiscono ad un clima generale di accoglienza.

Da 12 anni sono attuate proposte formative che ricevono finanziamenti come Area a forte processo immigratorio

 

Definizione dei progetti individuali

Processo di definizione dei Piani Educativi Individualizzati (PEI)

Il PEI, consultati gli specialisti che seguono il bambino, viene elaborato dai docenti di classe e successivamente condiviso e sottoscritto dalla famiglia

Soggetti coinvolti nella definizione dei PEI

Insegnanti curricolari e di sostegno, specialisti che a vario titolo seguono il minore, famiglia, educatore comunale (se presente).

Modalità di coinvolgimento delle famiglie

Ruolo della famigliaLa famiglia viene attivamente coinvolta nella stesura del PEI e più in generale in tutti gli interventi rivolti al proprio figlio.

Modalità di rapporto scuola-famiglia

Coinvolgimento in progetti di inclusione

 

Risorse professionali interne coinvolte

Risorse professionali totali: 2

Le risorse professionali interne coinvolte principalmente nel processo di inclusione sono l’insegnante di sostegno e l’educatore comunale, se presente. Entrambe le figure coordinano gli interventi a carattere inclusivo, avvalendosi del contributo dei docenti curricolari, e costruiscono la rete con gli specialisti che, a vario titolo, seguono il minore.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.