La convivenza all’interno di un istituto scolastico, con ordini di scuola diversi, oltre ad essere basata su principi comuni, quali quelli illustrati nel piano educativo di Istituto, va regolamentata con documenti specifici basati sulle esigenze che emergono dovute all’età degli alunni e alla loro presenza a scuola

A seguire i tre regolamenti che saranno completati in futuro dal regolamento di disciplina previsto dallo statuto degli studenti e delle studentesse.

NORME DI COMPORTAMENTO GENERALI

Ogni alunno è tenuto a

1)        Collaborare e impegnarsi nelle attività educative e didattiche:

  • portando sempre a scuola il diario scolastico sul quale annotare i compiti, tutte le comunicazioni scuola-famiglia e tutto il materiale utile per le attività del giorno;
  • avendo cura del proprio materiale scolastico;
  • svolgendo con diligenza i compiti assegnati, studiando con impegno e regolarità e , in caso di assenza procurandosi dai compagni i compiti da eseguire a casa (in caso di assenza prolungata si contatterà l’insegnante).

2)        Mantenere un comportamento educato in ogni ambiente e in ogni situazione, rispettando tutti i componenti della comunità scolastica, siano essi docenti, non docenti o alunni.

3)        L’entrata, l’uscita e gli spostamenti all’interno della scuola devono essere effettuati senza correre, con ordine e in silenzio, in modo da non recare disturbo.

4)        Esprimersi con un linguaggio rispettoso e corretto.

5)        Curare la propria igiene e ad avere un abbigliamento consono al luogo frequentato. Indossare il grembiule, che andrà riportato ogni giorno a casa o la tuta ove sia necessario per le attività, essendo la divisa della scuola.

6)        Non portare a scuola ciò che non ha attinenza con le attività programmante, compresi videogiochi portatili e il telefono cellulare, dal momento che, tramite le linee telefoniche dell’istituto, sono garantite ad alunni e genitori le comunicazioni con carattere di urgenza. In caso di utilizzo dei suddetti strumenti, questi ultimi verranno ritirati dall’insegnante che contatterà la famiglia. La scuola comunque declina ogni responsabilità per la perdita o il deterioramento di oggetti di qualsiasi specie, portati o lasciati nelle aule. Si consiglia di lasciare a casa oggetti di valore o somme di denaro non necessarie. Non si risponde di eventuali furti.

7)        Non danneggiare la struttura, l’arredamento e il materiale didattico: ogni danno volontario o deterioramento deve essere risarcito, indipendentemente dalle sanzioni disciplinari. Qualora non venga individuato il responsabile, gli alunni della classe o della scuola verranno   invitati a contribuire al nuovo acquisto o al costo della riparazione del danno.

8)        Mantenere l’ordine e la pulizia in tutto l’edificio scolastico, negli spazi aperti, nella palestra, nella propria aula e in mensa.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.